QUOTA 100, NELLE MARCHE COINVOLTE PIU’ DI 6000 PERSONE.

pensioni-quota-100E’ stato pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale il decreto sul reddito di cittadinanza e pensione con Quota 100  cioè sommando 62 anni di età e 38 di contributi.~
Nella regione Marche sono interessati dal provvedimento di pensione oltre 6.000 persone (fonte Inps)tra dipendenti privati e pubblici.
Per accedere a questo nuovo tipo di pensione anticipata, occorre verificare i requisiti anagrafici e contributivi e  saper fare la somma non sarà sufficiente.
Occorre verificare le convenienze economiche dell’uscita anticipata con la Quota 100, considerando soprattutto l’età di uscita in quanto questa, determina il coefficiente di calcolo, che incide sensibilmente sulla determinazione dell’importo dell’assegno di pensione.
Altro elemento da considerare è la posizione del lavoratore al momento della richiesta, perché non tutti i lavoratori ne possono beneficiare: sono escluse le posizioni di contribuzione mista tra Inps e Casse Professionali, come sono escluse altre posizioni, tutte da verificare.
“È fondamentale valutare tutti gli aspetti del proprio percorso lavorativo e previdenziale per effettuare la scelta migliore – chiarisce Fabrizio Valentini, Responsabile Regionale  dell’Inas Cisl delle Marche”.In questi giorni sono moltissimi i cittadini che si stanno rivolgendo al patronato della Cisl per capire se possono andare in pensione con il nuovo meccanismo.
“Siamo a disposizione di tutti coloro che vogliono saperne di più di "Quota 100"  -  spiega Valentini -  Per tutte le persone che si rivolgono a noi confezioniamo uno studio personalizzato della posizione contributiva, per verificare la soluzione pensionistica più conveniente e per inoltrare la domanda di pensione”.
 
PATRONATO INAS CISL MARCHE

BARRIERE RFI, 5MILA FIRME CONTRO IL PROGETTO CONSEGNATE AL SINDACO STEFANIA SIGNORINI DAL COMITATO ‘NO AL MURO’

Comune FalconaraIl primo cittadino: «Importantissimo il sostegno dei cittadini. Con Ancona vogliamo coinvolgere tutti i Comuni costieri». L’assessore Clemente Rossi: «Danni gravissimi all’economia, al turismo, al patrimonio storico e abitativo: al Ministero produrremo i dati che lo dimostrano»
 «Falconara non può accettare questo progetto, che non farebbe che peggiorare i livelli di inquinamento
Leggi tutto...

LE GIUNTE COMUNALI DI ANCONA E FALCONARA RIUNITE A PALAZZO DEL POPOLO IN SEDUTA CONGIUNTA. APPROVATO UN DOCUMENTO CONDIVISO PER CHIEDERE SOLUZIONI ALTERNATIVE ALLE BARRIERE DI RFI

21-01-2019 foto giunte Ancona-Falconara riunite 2Il Comune di Ancona e quello di Falconara si riuniscono per arrivare a un'azione congiunta di contrasto alle barriere fonoassorbenti progettate da Rfi, che dovrebbero isolare la ferrovia dall'abitato di via Flaminia per ridurre l'inquinamento acustico, ma penalizzerebbero il paesaggio perché, alte fino a 10 metri, impedirebbero la vista del mare e potrebbero aggravare l'inquinamento ambientale lungo la principale strada costiera dei due territori. Questa mattina a Palazzo del Popolo di Ancona, le Giunte comunali di Ancona e Falconara

Leggi tutto...

NEANCHE UN CAMPO AL LIMITE DELLA PRATICABILITA' FERMA IL CAMMINO DELL'ANCONITANA. CANTIANO 1 ANCONITANA 4

CAGLI-CANTIANO-ANCONAL' Anconitana torna con i 3 punti dal "fango" di Cagli, con il risultato di 4-1 batte il Cantiano. Non tragga in inganno il risultato è stata una partita molto combattuta al di là di quanto possa indicare il risultato, giocata su un campo pesantissimo.
I biancorossi sono passati in vantaggio dopo 4 minuti con Salvatore Mastronunzio (sul filo del fuorigioco) che realizza il suo 101° gol in biancorosso,il Cantiano reagisce

Leggi tutto...

CONCLUSE LE OPERAZIONI DI DISINNESCO E RIMOZIONE DELL'ORDIGNO BELLICO.

20-01-2019 evacuazione per disinnesco ordigno bellico 8Si è concluso attorno alle 14,15 con la riapertura dei varchi di accesso alla "zona rossa", l'intervento di evacuazione della parte della città coinvolta nel ritrovamento dell'ordigno bellico avvenuto nei mesi scorsi. Con una conferenza stampa presso la Sala Operativa Integrata (SOI) presso il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, il Prefetto Antonio D'Acunto ha comunicato l'avvenuta conclusione dell'attività di disinnesco della bomba da parte degli artificieri dell'Esercito italiano, e l'inizio del trasferimento della stessa verso la cava jesina dove è stata fatta brillare poco prima delle 16.

Leggi tutto...