Ripartenza del campionato fondamentale il ruolo del professor Glauco Simonetti, preparatore atletico dei biancorossi.

DalCORRIERE ADRIATICO L'ennesima sosta da gestire. Con la potenziale ripresa dell'Eccellenza fissata per il 10 gennaio, e il mese di dicembre riservato ai recuperi (il 20/12 è in programma, ad esempio, Sangiustese-Anconitana), in casa Anconitana un'importanza rilevante la assume il professor Glauco Simonetti, preparatore atletico dei biancorossi. Tralasciando per un momento l'ombra del Covid, che incombe pesantemente sulla stagione sportiva in corso, la gestione dei calciatori diventa oggi più di ieri determinante per farsi trovare pronti nel momento del ritorno in campo.

Leggi tutto...

FUTURO BIANCOROSSO VISTO DAI TIFOSI

ANCONA FESTA MONUMENTODal Corriere Adriatico in edicola oggi                                                                «La speranza è quella di ricominciare il prima possibile, anche per distrarsi da una situazione difficile per noi e per i calciatori, ma dobbiamo per forza guardare in faccia alla realtà. Alla ripresa del 10 gennaio (con i recuperi fissati per dicembre, ndr), onestamente, credo poco». Così Paolo Negri dei Clubs Uniti Biancorossi Ancona che ha ribadito l'importanza di proseguire sul campo la stagione sportiva 2020-2021: «Ho letto con attenzione le parole del capitano dell'Anconitana Vito Falconieri,

Leggi tutto...

LUCA BARTOLINI VEDERE LA PARTITA DALLA TRIBUNA E SOFFRIRE COME FOSSI IN CAMPO.

CORRIERE ADRIATICO.IT«Onestamente dopo l'ultimo lockdown di marzo-aprile non pensavo di rivivere un momento così difficile. Quando sono sceso negli spogliatoi domenica, dopo il fischio finale, c'erano volti molto tristi e non solo per il pareggio deludente. Non è facile neanche per noi questa situazione». Il terzino dell'Anconitana Luca Bartolini non usa mezzi termini per raccontare l'attualità in casa dorica.

Leggi tutto...

La Croce Gialla compie 120 anni ma niente festeggiamenti a causa della pandemia

CROCE-GIALLA-ANCONAIn 120 anni ne sono successe di cose, 2 guerre mondiali, l'alluvione del '59, il terremoto del '72, la frana del '82 "bomba-day" e pandemia globale. Sono state tante le situazioni difficili che il nostro paese, la nostra città ha dovuto affrontare.
Magari questo, 120 anni fa non potevamo saperlo...ma di sicuro 120 anni fa , qualcuno ha deciso che l'unica cosa importante da creare , fosse un luogo, un colore un simbolo.

Leggi tutto...